Qualche anno fa non avrei potuto pensare di presentare ad Andrea una cosa così.  “Mele cotte? Ma che, sei matta?  Manco all’ospedale”.

Ma sono passati degli anni. E ora raccolgo i frutti di un lavoro paziente e silenzioso, dietro ai fornelli e non. Quel lavoro che avviene nelle coppie quando – col tempo e con l’amore – ci si plasma a vicenda, ci si ammorbidisce per accogliere pienamente l’altro e ci si dà da fare per scacciare manie e preconcetti.

In cucina sono riuscita a fargli cambiare idea su un paio di cose.

Aveva un’avversione per le mele cotte. Io non ci potevo credere e non mi sono arresa: a furia di sfornare Tarte Tatin la domenica pomeriggio l’ho convinto.

Detestava i formaggi puzzolenti di cui sono ghiotta. Io compravo caprini di tutte le stagionature e lui storceva il naso ogni volta che aprendo il frigo ne fuoriusciva quell’inconfondibile aroma di… calzini sporchi. Adesso abbiamo raggiunto un compromesso: posso acquistarli, ma in modiche quantità e con la garanzia di farli fuori in giornata.

Odiava i bicchierini. Partiva in filippiche interminabili ogni volta che gli offrivano delle pietanze “al bicchiere”, ritenendolo un vezzo da decadenti schiavi delle mode. Ora, da quando abbiamo aperto il blog, ogni volta che  entriamo in un negozio di casalinghi va a caccia di fogge particolari da acquistare.

Mentirei se vi dicessi che ho preparato questo bicchierino perché è fresco, invitante e perfetto per ingannare il languore mentre si aspetta la cena. L’ho preparato solo per esibire il trofeo dei miei successi.

Bicchierini caprino e mela
Chef: 
Tempo di preparazione: 
Tempo di cottura: 
Tempo totale: 

Persone: 4
 

Ingredienti
  • 2 mele verdi
  • 4 fettine di speck tagliate un po’ spesse
  • 2 caprini freschi
  • ½ bicchiere di latte
  • olio evo
  • sale
  • pepe nero

Preparazione
  1. Lavate, sbucciate e tagliate a fettine sottili le mele.
  2. Adagiatele in un contenitore adatto al microonde, evitando che le fette si sovrappongano (in modo da ottenere una cottura omogenea).
  3. Cuocetele al microonde, coperte con la pellicola adatta, per 2 minuti a 750 watt: dovranno risultare scottate ma ancora consistenti.
  4. Lasciatele raffreddare.
  5. In una terrina con una forchetta amalgamate i caprini, il latte (se desiderate un risultato più cremoso potete utilizzare l’equivalente quantità di panna), il sale, il pepe e l’olio fino a ottenere un composto liscio e abbastanza fluido.
  6. Adagiate le fettine di speck su una padella antiaderente già caldissima e fatele abbrustolire leggermente, in modo che siano croccanti ma ancora “lavorabili”.
  7. Componete i bicchierini adagiando sul fondo la crema di formagggio, le fettine di mela tagliate a cubetti e un turbante di speck.
  8. Guarnite e godete.