Sono tornata, ma non sono ancora al 100%. In questa fine estate che dalle mie parti alterna grandinate furibonde a serate ancora caldissime, mi crogiolo in un tempo di mezzo che invita al languore, cincischio pigramente e attendo l’apertura delle scuole che la mia anima bambina percepisce come un nuovo inizio. Rimugino, programmo e pianifico. Vi risparmio la lista improbabile dei buoni propositi, ma vi garantisco che le novità e la voglia di sperimentare riguarderanno anche il blog.

Nel frattempo una ricetta veloce e saporita che ha la statura morale di un piatto unico. Una bruschetta insolita che regala piacevoli contrasti: la crema di carciofi ha una consistenza adorabile insieme al pane abbrustolito e si sposa che è un amore con la finocchiona dolce e aromatica. E poi i fichi zuccherini e polposi insieme ai germogli che scrocchiano sotto i denti. Per me che vivrei di pane e affini questa è una bontà.

In questo periodo mi sto appassionando ai germogli, e tendo a metterli un po’ ovunque, ma ho scoperto che bisogna usarli con qualche cautela. È fondamentale consumarli cotti. A vederli, così freschi e innocenti nelle loro linde vaschette al supermercato, si direbbe che si possano usare al pari delle insalate già pronte, ma non è così. I metodi di coltivazione attuali consentono a eventuali batteri di diffondersi e di raggiungere cariche elevate. E non sono sicuri nemmeno quelli autoprodotti in casa, perchè potrebbero essere contaminati all’origine. Consumarli crudi comporta gli stessi rischi del latte non pastorizzato o del pesce non abbattuto. A poco serve il lavaggio, l’unico modo per stare sicuri è cuocerli in qualche modo. Potete sbollentarli per 2 minuti oppure saltarli in padella con olio bollente, ma siate prudenti.

Se volete saperne di più leggetevi questo articolo.

Bruschetta di fine estate
Chef: 
Tempo di preparazione: 
Tempo di cottura: 
Tempo totale: 

Persone: 4
 

Ingredienti
  • 4 fette di pane casereccio
  • 300 g di carciofi sottolio
  • 250 g di salame finocchiona o altra varietà dolce
  • 8 fichi
  • qualche ciuffo di germogli di soia
  • timo fresco
  • sale
  • olio evo
  • pepe

Preparazione
  1. Sminuzzate i carciofi e frullateli insieme a una manciata di foglioline di timo fresco fino a ottenere una crema.
  2. Lavate, asciugate e tagliate in quattro i fichi.
  3. Cuocete brevemente i germogli: potete sbollentarli per 1 o 2 minuti, o farli salatre velocemente in padella in un paio di cucchiai di olio bollente, ma non consumateli crudi!
  4. Tostate le fette di pane, salatele e irroratele con un filo d’olio buono.
  5. Spalmate una dose abbondante di crema di carciofi, adagiate sopra le fettine di finocchiona, i fichi e i germogli.
  6. Spolverizzate col pepe nero e godete.