Lo so che detta così può sembrare blasfema, ma lasciatemi spiegare.

Il nostro amico Vincenzo, sperimentatore folle, aveva fatto la focaccia di Recco secondo il metodo classico, seguendo rigorosamente la ricetta ufficiale del Consorzio e l’aveva farcita con stracchino (solo per l’impossibilità di trovare a Torino l’originale formaggio fresco ligure).  Mentre osservava l’impasto avanzato in cerca di idee per un degno riciclo, gli è venuto in mente che gli ingredienti sono gli stessi delle sue amate scacce ragusane, anzi quelle di Scicli, il bellissimo paesino barocco in cui è nato e cresciuto.

E me lo vedo, con quegli occhi vispi e guizzanti, a escogitare di fare una contaminazione: impasto del nord, ripieno del sud. Ha battezzato l’esperimento “Sensazioni barocche per le strade di Recco” e ce l’ha fatto assaggiare.  Noi de La Cucina di Bettina che amiamo le cose  ardite abbiamo apprezzato moltissimo e per questo condiviamo con voi la ricetta.

 

Focaccia di Recco con cipolle pomodoro e caciocavallo
Chef: 
Tempo di preparazione: 
Tempo di cottura: 
Tempo totale: 

Persone: 8
 

Ingredienti
  • per l’impasto: 500 gr. di Farina di grano tenero tipo “00” di forza o in alternativa farina tipo “Manitoba”, 50 gr. di olio evo, acqua naturale, sale.
  • per il ripieno: 2 cipolle bionde, 300 g di passata di pomodoro, 100 g di cacio cavallo, pepe nero, 10 foglie di basilico, 1 spicchio di aglio, olio evo, sale.

Preparazione
  1. Lavorate insieme farina di grano tenero tipo “00” (o farina tipo “Manitoba”), acqua, olio evo e sale sino ad ottenere un impasto morbido e liscio.
  2. Lasciatelo riposare per almeno 30 minuti a temperatura ambiente, coperto da un telo.
  3. Preparate il ripieno facendo stufare le cipolle con un paio di cucchiai di olio, sale e pepe. A parte fate rosolare in due cucchiai di olio l’aglio, e quando è dorato aggiungete la passata di pomodoro, il sale, il pepe e il basilico sminuzzato a mano. fate uocere brevemente, giusto il tempo di insaporirsi un po’.
  4. Allargate la pasta con le mani, con un movimento rotatorio, posizionando le mani sotto alla sfoglia, fino a renderne lo spessore inferiore al millimetro, e avendo cura di non bucare la superficie.
  5. Adagiate la sfoglia ottenuta nella teglia di cottura, precedentemente unta con olio evo e copritela in modo omogeneo con la passata di pomodoro, le cipolle, il caciocavallo grattugiato e le foglioline di basilico spezzetate a mano.
  6. Ricoprite con una seconda sfoglia, ottenuta lavorando l’impasto come avete fatto per lo strato inferiore.
  7. Saldate i bordi sovrapposti schiacciandoli bene con le dita, in modo da impedire la fuoriuscita del ripieno durante la cottura.
  8. Eliminate eventuali lembi di impasto in eccesso con un coltello e pizzicate la sfoglia superiore in più punti, formando dei fori.
  9. Infornate alla massima potenza per 5/7 minuti, in modo che si formi la crosticina dorata e croccante. Servite tiepida.