A casa nostra le idee migliori vengono sempre ad Andrea. Lui ha la curiosità pura e intatta dei bambini, mai l’ombra di un pregiudizio. La sua inclinazione alla sperimentazione porta lui a fare belle scoperte e me a smuovermi da convinzioni monolitiche.

Per due settimane mi ha battuto le pezze perchè facessi il french toast. Sa essere molto insistente, quando vuole. E per due settimane io l’ho rimpallato con scuse inconsistenti. So essere molto ferma, quando serve. Non per pigrizia: è che proprio non ci trovavo nulla di interessante in una colazione del genere, che mi sembrava intrisa di grassi, unta e fritta. Mi sbagliavo, ovviamente.

Domenica scorsa ho ceduto, più per amore che per convinzione. Ho pattuito però una divagazione sul tema, per rendere la ricetta un po’ meno anglosassone, un po’ più meditarranea. E lui ha accettato, tanto ormai lo sa che cambio sempre le carte in tavola.

E così ho ridotto al minimo la quantità del burro, e per alleggerire la coscienza ho usato quello chiarificato. Al posto della marmellata o dello sciroppo d’acero della ricetta originale ho usato lo yogurt greco, che con il suo gusto acidulo contrasta piacevolmente con la dolcezza di tutto il resto. E invece dei frutti di bosco ho messo le ultime pesche nettarine della stagione, sia cotte che crude, per porgere al palato un gioco di consistenze e di temperature diverse.

L’ultimo piccolo omaggio all’estate, l’ennesimo alla curiosità del mio fidanzato.

French toast con yogurt e pesche
Chef: 
Tempo di preparazione: 
Tempo di cottura: 
Tempo totale: 

Persone: 4
 

Ingredienti
  • 4 fette di pane carrè
  • 2 uova
  • 1 bicchiere di latte
  • 2 cucchiai di zucchero
  • un pizzico di cannella
  • qualche fogliolina di menta
  • 2 pesche nettarine
  • 3 cucchiai di zucchero di canna
  • 10 g di burro chiarificato
  • 150 g di yogurt greco
  • 2 cucchiai di miele

Preparazione
  1. In una terrina sbattete le uova insieme al latte e allo zucchero. Aromatizzatele con un pizzico di cannella (se preferite ci sta bene anche la vaniglia).
  2. Imburrate una padella antiaderente: usate la quantità di burro strettamente necessaria, e spalmatelo sulla superficie con un pennello da cucina.
  3. Dolcificate lo yogurt mescolandolo con il miele.
  4. Lavate e tagliate le pesche a dadini regolari, lasciando qualche fettina per la decorazione. Fate sciogliere in una casseruola lo zucchero di canna e quando comincia a caramellare versate le pesche a dadini: lasciate cuocere per qualche minuto (lasciate crude le fettine per la guarnizione).
  5. Immergete le fette di pane nel composto di latte e uova fino a quando si saranno ammorbidite. Sgocciolatele e trasferitele nella padella: friggetele girandole più volte fino a quando la superficie sarà croccante e brunita.
  6. Disponete le fette di pane in piattini da dessert, versate su ogni fetta una cucchiaiata di yogurt, un po’ di pesche cotte e qualche fettina di pesche crude. Guarnite con le foglioline di menta fresca e buona colazione!