Sono dolcetti tipici della tradizione sarda che un tempo si preparavano per la Festa dei Santi. Riportano a una Sardegna ancestrale in cui ogni famiglia, in occasione del Giorno dei morti, onorava i propri defunti imbandendo la tavola con i loro cibi preferiti. Una terra che celebrava la figura di Maria Puntaoru (letteralmente, Maria Spiedo), lo spettro di una donna perennemente affamata che andava in cerca di vittime da infilzare con lo spiedo per nutrirsi di ciò che avevano nella pancia. Una terra dove i bambini, ancora lontana la moda di Halloween, andavano di casa in casa a chiedere cibo per “is animas” e ricevevano frutta e questi dolcetti. Una terra lontana nel tempo, rimasta nella memoria dei più anziani e nelle pagine di Grazia Deledda.

Anche se sono diffusi in tutta l’Isola, è divertente osservare come basta spostarsi di qualche kilometro che cambia il nome, gli ingredienti subiscono variazioni, la decorazione è diversa. Il tratto che rimane costante è la genuinità. In alcune zone si chiamano “papassinus” (da papassa, che in sardo significa uva passa), mentre in Ogliastra, dove ha origine la mia famiglia, sono semplicemente i “mustassolus“.
Se volete provarli, ecco la ricetta.

Mostaccioli sardi
Chef: 
Tempo di preparazione: 
Tempo di cottura: 
Tempo totale: 

 

Ingredienti
  • per 30 biscotti:
  • 500 g di farina
  • 250 g di zucchero
  • 70 g burro
  • 150 g di gherigli di noci
  • 250 g di uvetta passa
  • 2 uova
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • per la glassa
  • 125 g di zucchero a velo
  • 1 albume
  • 125 g di zucchero a velo
  • diavoletti di zucchero colorati

Preparazione
  1. Tritate le noci.
  2. Mettete in ammollo l’uvetta per almeno un’ora, strizzatela e infarinatela.
  3. Fate ammorbidire il burro.
  4. Fate un impasto con le uova, la farina, il burro, lo zucchero, la frutta secca e il lievito. Impastate tutti gli ingredienti insieme, velocemente, appena il tempo per amalgamarli: dovete ottenere un composto grossolano e consistente.
  5. Stendete l’impasto col mattarello e ricavatene una sfoglia dello spessore di 1 cm.
  6. Formate i biscotti tagliando la pasta a forma di losanga.
  7. Adagiate i biscotti su una teglia foderata con carta da forno.
  8. Cuoceteli a 180° per circa 20 minuti.
  9. Sfornateli e metteteli a raffreddare.
  10. Nel frattempo preparate la glassa: lavorate energicamente lo zucchero a velo e l’albume fino a ottenere una consistenza spalmabile.
  11. Stendete la glassa con una spatola sui biscotti e decorate immediatamente con i diavoletti (spicciatevi, sennò la glassa si asciuga e non si incollano!).