Prendete una giornata invernale. Non una qualsiasi, prendetene una di quelle toste. Deve essere fredda, uggiosa e se piove è meglio. Se siete di Torino non dovete cercarla. Ora, prendete quella sensazione di gelo ai piedi, quell’umidità che vi entra nelle ossa, quel raffreddore che vi ha attaccato il collega antipatico. Ecco, avete l’ambientazione giusta per la zuppa d’orzo alla tirolese.

Tappatevi in casa, mettetevi in pigiama, ciotola calda in mano, copertina sulle gambe. Mettete su un film noir dell’epoca d’oro, tipo “Le catene della colpa” di Jacques Tourneur. Sorseggiate un Trentino DOC Pinot Nero. E godete.

Lo so, questa è una ricetta regionale, avrei dovuto chiedere a qualcuno del posto, all’amica Fioly ad esempio. Ma mi ha preceduto Gabriele, che è un romano curioso che ha apportato la variante della crema di verdure. E poi dicono che in Trentino ogni massaia cucina la zuppa la fa a modo suo, quindi vale la pena sperimentare.

Orzo perlato alla tirolese in crema di verdure
Chef: 
Tempo di preparazione: 
Tempo di cottura: 
Tempo totale: 

 

Ingredienti
  • 16 cucchiai di orzo perlato
  • 2 etti di speck da tagliare a cubetti
  • 4 patate
  • 2 carote, 1 sedano, 1 cipolla (per il brodo vegetale)
  • 8 fette di pane caseserccio
  • olio evo
  • pepe
  • rosmarino

Preparazione
  1. Preparate il brodo vegetale facendo bollire per 20 minuti in 1,5 litri d’acqua il sedano, la cipolla e le 2 carote
  2. A cottura ultimata aggiustate di sale e filtrate il brodo in un recipiente
  3. Nel frattempo, in un’altra pentola, lessate le 4 patate
  4. Prendete le verdure che hanno composto il brodo vegetale e le patate già lessate e frullatele con un mixer ad immersione fino a creare una crema non troppo densa da unire alla fine con l’orzo (aiutatevi allungando con il brodo vegetale stesso)
  5. In una pentola antiaderente alta (vi servirà dopo per far cuocere l’orzo) con un filo d’olio fate arrostire i cubetti di speck
  6. Quando sono croccanti togliete i cubetti di speck metteteli da parte, lasciando l’olio nella pentola.
  7. Lavate accuratamente l’orzo perlato
  8. Aggiungete all’olio nella pentola una noce di burro e, una volta sciolto, unite l’orzo perlato facendolo insaporire per 2-3 minuti
  9. Unite all’orzo il brodo vegetale che avete già pronto, aggiungendo sale, pepe e un rametto di rosmarino fresco
  10. Chiudete il coperchio e fate cuocere a fuoco basso per circa 50 minuti
  11. Quando l’orzo è quasi pronto fate bruscare le fette di pane casereccio
  12. Impiattate unendo alla minestra d’orzo la crema di verdure precedentemente preparata
  13. Guarnite con le fette di pane bruscato e i cubetti di speck croccanti
  14. Aggiungete a piacere un pizzico di pepe e un giro d olio