Chi non ha mai trascorso lunghi periodi all’estero non può capire lo scorno a cui si va incontro quando si tenta di riappropriarsi delle proprie abitudini alimentari. Perchè se la vita ti ha portato a stabilire la tua dimora dall’altra parte del globo, potresti avere difficoltà a reperire gli ingredienti più banali. Ne sa qualcosa mia sorella che vive in giro per il mondo da dodici anni e che attualmente sta a Shangai. È vero che – in tempi di globalizzazione – anche lì puoi trovare chicche italiane: basta pagare cifre stellari e ti procuri dell’ottimo parmigiano, dell’olio extravergine estratto a freddo, persino del culatello. Ma togliti dalla testa di trovare delle bietole o del riso per risotti.

Viene naturale allora, quando gli “espatriati” tornano a casa, rimpinzarli a suon di pietanze nostrane, quasi a compensarli delle rinunce fatte durante l’anno, di tutti i pranzi della domenica persi. I poveretti si trovano a subire l’assalto di mamme, sorelle e cognate che in pochi giorni fanno a gara per dare il meglio di sè.

L’ho fatto anche io, lo ammetto. Un bel piatto di pasta trafilata al bronzo con un sughetto di pomodorini maturi e tonno fresco. E che soddisfazione osservarli satolli e grati.

Paccheri di Napoli al ragù di tonno
Chef: 
Tempo di preparazione: 
Tempo di cottura: 
Tempo totale: 

Persone: 4
 

Ingredienti
  • 500 g di paccheri
  • 300 g di filetto di tonno fresco
  • 500 g di pomodorini Pachino
  • una manciata di olive taggiasche
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 peperoncino secco
  • olio evo
  • sale
  • prezzemolo

Preparazione
  1. Lavate i pomodorini, staccate il picciolo e se avete voglia sbollentateli per 2 minuti in acqua salata. sennò tagliateli in quattro e teneteli da parte.
  2. Fate rosolare nell’olio caldo l’aglio e il peperoncino.
  3. Aggiungete i pomodori e fate cuocere per 10 minuti.
  4. Unite le olive e il tonno tagliato a cubetti piccolissimi e regolari. Fate cuocere per altri 2 minuti (la polpa del tonno deve rimanere morbida e succosa) e spegnete.
  5. Condite i paccheri col sugo e cospargete con abbondante prezzemolo tritato.