L’altro giorno ho avuto un’epifania.

Ero dal verduriere e in una cesta di vimini ho visto dei peperoni baby. Miniature perfette, di una bellezza commovente. E sapete cosa ho pensato? Che sono dei finger food naturali. È stato lì che ho capito:  “foodblogger” non è un mestiere, non è una passione, è uno stato dell’anima.

Quella smania che ti costringe a comprare un ortaggio solo perché non lo hai mai provato. E non importa se non hai nessuna idea di cosa ne farai: nel vortice dell’acquisto compulsivo ti preoccupi solo di correre a casa dove finalmente potrai trovare ispirazione e pace.

Quel furore che ti impone di giocare col cibo: non solo coi sapori (che peraltro sul blog non può apprezzare nessuno), ma anche con le forme e i colori. E allora diventi schiava del contrasto cromatico, della luce a favore di inquadratura, del dettaglio che fa la differenza.

Quella sfrontatezza che ti fa sentire libera di azzardare abbinamenti impensati (nel mio caso anche a sconfinare un po’ troppo, per via della mia propensione all’enfasi… ma questo è un altro paio di maniche), di uscire dagli schemi e di sorprendere soprattutto te stessa.

Un divertimento unico, l’avessi scoperto prima.

Peperoni baby ripieni di branzino ed erbe mediterranee
Chef: 
Tempo di preparazione: 
Tempo di cottura: 
Tempo totale: 

Persone: 4
 

Ingredienti
  • 12 peperoni baby
  • 2 filetti di branzino
  • 2 manciate di mandorle
  • 4 cucchiai di pan grattato
  • timo
  • origano
  • maggiorana
  • olio evo
  • sale
  • pepe bianco

Preparazione
  1. Lavate e asciugate i peperoni, con un coltellino affilato privateli della calotta e tenetela da parte.
  2. Eliminate i filamenti e i semini all’interno, sciacquate e capovolgeteli su un telo da cucina.
  3. Disponeteli in una pirofila di ceramica o vetro e precuocete al microonde per 7 minuti a 750 watt.
  4. Sciacquate i filetti di branzino e verificate col palmo della mano che non ci siano residui di spine.
  5. Metteteli a cuocere in una padella antiaderente con 2 cucchiai di olio, sale e pepe bianco.
  6. Rosolateli per un paio di minuti e poi continuate la cottura, allungando con un mestolo di brodo vegetale (sarebbe meraviglioso aver a disposizione del brodo di pesce ma mi rendo conto…).
  7. A fine cottura lasciateli raffreddare e poi sminuzzateli grossolanamente.
  8. Aggiungete al pesce cotto il pan grattato, le mandorle triturate grossolanamente, un paio di cucchiai di olio, l’origano, la maggiorana e il timo.
  9. Amalgamate con cura la farcia e riempite i peperoni.
  10. Spolverizzate con pangrattato e mandorle e infornate per 10 minuti a 180°, con funzione grill per gli ultimi due minuti.
  11. Servite guarnendo con le loro calottine.