Siamo alle solite. In questo periodo dell’anno mi sento senza energie e fatalmente abbandonata da quel furore che di solito mi spinge all’azione del cucinare. L’unico cibo capace di attrarmi è la frutta, con allettanti promesse di frescura e sollievo.

Quindi è venuta la volta del mango. Un frutto che amo, anche se di una passione recente. Per quel gusto pieno e aromatico che richiama, in una sinestesia che mi droga, la pesca noce, l’albicocca e l’ananas. E per quel profumo ammaliante che sa di novità. Mi ricorda il senso di scoperta che provai da bambina, quando feci le prime esperienze con un cibo esotico. La mia prima volta fu a sei anni con un kiwi, misterioso e piuttosto deludente. Si era introdotto in casa nostra grazie a un cesto natalizio. Ricordo perfettamente che non mi piacque nemmeno tanto ma che, per educazione e reverenza verso quell’etichetta con su scritto “New Zeland”, mi lanciai ugualmente in pareri entusiastici.

Il mango mi ricorda anche il Gioco di Kim, che facevo sempre quando ero lupetta in un branco scout. Il rituale era sempre uguale, ma ogni volta declinato in modo da stimolare e potenziare un senso diverso. Inutile dire che io preferivo la versione in cui si trattava di assaggiare e riconoscere cibi e spezie senza poterli vedere. Per noi nati negli anni ’70 e cresciuti a furia di stagionalità e km0, una stecca di cannella o una noce moscata erano robe mai viste. Ecco un gioco che mi piacerebbe riproporre ai nostri bambini, sicuramente più sgamati di noi.

 

Riso thai con zucchine e mango
Chef: 
Tempo di preparazione: 
Tempo di cottura: 
Tempo totale: 

Persone: 4
 

Ingredienti
  • 250 g di riso thailandese jasmin
  • 3 zucchine novelle
  • 2 manghi
  • 1 lime
  • olio evo
  • sale
  • pepe nero
  • 2 cm di radice di zenezero grattugiato
  • peperoncino in polvere

Preparazione
  1. Lavate le zucchine e tagliatele con tanta pazienza a dadini minutissimi.
  2. Fateli saltare in padella antiaderente con due cucchiai di olio: devono resatre croccanti e di un bel verde brillante, mi raccomando.
  3. Lavate e sbucciate accuratamente i manghi.
  4. Tagliateli in due nel senso della lunghezza, eliminate il grosso nocciolo centrale e tagliate la polpa profumata a cubetti piccoli, come avete fatto per le zucchine.
  5. Cuocete il riso in abbondante acqua salata per il tempo indicato sulla confezione (ci vorranno all’incirca 12-14 minuti).
  6. Scolatelo al dente e passatelo sotto l’acqua fredda.
  7. Versatelo in una terrina capiente e lasciatelo raffreddare.
  8. Quando è ben freddo conditelo con una citronette preparata con succo di lime, olio, sale, pepe e zenzero grattugiato.
  9. Sigillate la terrina con la pellicola e mettetela in frigorifero per almeno mezz’ora in modo che il riso abbia il tempo di insaporirsi.
  10. Servite i riso a strati alternati con le zucchine e il mango come nella foto, perchè anche l’occhio vuole la sua parte.