Ultimamente a casa nostra i compleanni si festeggiano con una bella Sacher.

Con buona pace di tutti, per me è la torta per eccellenza. Ovviamente me ne piacciono anche molte altre, che spero di fare e postare a breve, ma questa per me è imbattibile. Affondare in quella copertura lucida pregustando la pasta compatta e il cuore di marmellata mi riconcilia con l’universo. Merito del cioccolato, di cui non parlerò mai abbastanza bene, e di tutta quella storia sulle endorfine, e sul fatto che, come una droga, è capace di eccitare i sensi e predisporre il corpo al piacere. Da quando ho letto anche delle proprietà terapeutiche – tipo che grazie ai polifenoli antiossidanti combatte l’invecchiamento e promette una vita lunga e sana – non ho più alcuna remora.

Che dire della torta al cioccolato più famosa al mondo? Tutti sanno che è nata a Vienna nel 1832 alla corte del principe Metternich per merito di un giovane pasticciere votato agli esperimenti che le ha dato il nome. Forse però non tutti sanno che:

  • esistono centinaia di ricette, varianti di quella “originale” custodita gelosamente presso la pasticceria dell’Hotel Sacher di Vienna: se non avete modo di andarci di persona potete ordinarla on line
  • nell’impasto, simile a quello di un pan di spagna ma più morbido, non è previsto il lievito
  • esiste una versione golosissima, che io prediligo, con le mandorle tritate
  • in Carinzia per la farcia si usa marmellata di ciliegie.

Questa l’abbiamo preparata mia sorella ed io per il compleanno della mamma, settant’anni tondi tondi.
Tanti auguri mamma.

Sacher torte per un evento speciale
Chef: 
Tempo di preparazione: 
Tempo di cottura: 
Tempo totale: 

Persone: 10-12
 

Ingredienti
  • Per l’impasto (stampo da 24 cm)
  • 200 g di cioccolato fondente di ottima qualità
  • 150 g di farina
  • 150 g di burro
  • 150 g di zucchero
  • 5 uova
  • 100 g di mandorle
  • Per la farcitura
  • marmellata di albicocche
  • Per la copertura
  • 200 g di cioccolato fondente
  • 200 ml di panna liquida.

Preparazione
  1. Lavorate il burro ammorbidito con lo zucchero.
  2. Aggiungete uno alla volta i tuorli, la farina e il cioccolato fuso dopo che si è raffreddato.
  3. Mescolate e aggiungete le mandorle tritate e gli albumi montati a neve e incorporate delicatamente. Imburrate e infarinate una teglia con apertura a cerniera del diametro di 24 cm e cuocetevi l’impasto a 180° per 45 minuti (non fidatevi, fate la prova con lo stecchino!).
  4. Sfornate, rimuovete la teglia e fate raffreddare su una gratella.
  5. Tagliate la torta a metà in senso orizzontale e spennellate la superficie interna di entrambi i dischi con la marmellata diluita in un po’ di acqua calda.
  6. Ricomponete la torta e cospargete anche l’esterno con un velo sottile di confettura.
  7. Preparate la ganache mettendo a bollire la panna e unitela al cioccolato fuso.
  8. Ricoprite l’intera superficie della torta, bordi compresi, e lasciate asciugare per almeno un paio d’ore.
  9. Servite la torta fredda con un ciuffo di panna montata.